»» Cappuccetto Rosso – Comprensione

Livello B1

Profilo: Adolescenti

 

 

1 – Leggi il testo seguente tratto dalla fiaba di “Cappuccetto Rosso”

CappuccettoRosso_grimm

La nonna abitava nella foresta, a mezz’ora dal villaggio; quando Cappuccetto Rosso entrò nel bosco, fu avvicinata da un lupo, e, siccome ella ignorava che esistessero animali cattivi, di lui non ebbe paura.

– “Buongiorno, piccola Cappuccetto Rosso.”

– “Grazie, lupo.” “Dove te ne vai, così di buon’ora?”

– “Dalla nonna.”

– “Cosa porti nel grembiule?”

– “Torta e vino per la nonna che è a letto malata. La mamma l’ha sfornata ieri, e insieme al vino le ridarà un po’ di forze.”

– “Senti, Cappuccetto Rosso, dove vive tua nonna?”

E Cappuccetto Rosso rispose:

– “la sua casa si trova a più di un quarto d’ora da qui, nel bosco, sotto le tre querce: c’è una siepe di noccioli laggiù; penso che tu conosca il posto.”

Il lupo pensò tra sé: ‘Questa bambinetta sarebbe un bocconcino prelibato per me, avrà un sapore di gran lunga superiore a quello della vecchia! Fatti furbo, vecchio mio, e cadranno tutte e due in trappola.’

Allora, si mise ad accompagnare Cappuccetto Rosso per un piccolo tratto di strada, dicendo:

– “Ehi, Cappuccetto Rosso, guarda laggiù, che bei fiori colorati: perché non ne raccogli un po’? E senti che belle canzoncine stanno cinguettando gli uccellini! Stai camminando come se stessi andando a scuola, pensa invece che stai facendo una passeggiata in questo bel bosco.”

La piccola Cappuccetto Rosso aprì gli occhi e quando vide i raggi del sole giocare a rimpiattino con gli alberi e il bel prato tutto ricoperto di bellissimi fiori, pensò: ‘Ma sì, penso che alla nonna farebbe piacere se le portassi un bel mazzolino di fiori, e poi, è ancora presto: tornerò a casa in orario.’

Così, abbandonò il sentiero maestro che portava nella foresta, per chinarsi a raccogliere i fiori; ad ogni fiorellino che coglieva, pensava che di lì a poco ne avrebbe trovato uno ancora più bello, così, finì per addentrarsi sempre più nel fitto del bosco. Nel frattempo, l’astuto lupo corse dritto a casa della nonna e bussò alla porta.

– “Chi va là?”

– “Sono io, la piccola Cappuccetto Rosso: sono venuta a portarti un po’ di torta e del buon vino, apri la porta.”

– “Spingi il chiavistello,” gridò la nonna, “io sono troppo debole per alzarmi.”

Il lupo spinse il chiavistello ed aprì la porta; avanzò nella stanza, e si diresse dritto al letto dell’ammalata e se la pappò in un boccone; poi, si mise addosso i suoi abiti e la cuffia, s’infilò nel letto e chiuse le tende. Frattanto Cappuccetto Rosso si era persa dietro ai fiori; dopo che ne ebbe fatto un bel mazzo, tanto grosso che non entravano più nel grembiule, si ricordò, finalmente, della nonna, e riprese la via verso casa sua. Con sua sorpresa, trovò la porta aperta. Entrò nell’ingresso, e notò un’aria strana in casa, che pensò: ‘Oh santo cielo, di cosa ho paura? Di solito mi piace venire qui.” E disse a gran voce:

– “Buon giorno!” ma nessuno rispose. Allora andò in camera da letto e aprì le tende. La nonna era sdraiata con la cuffia sulla faccia e aveva un aspetto molto strano.

 

 

2 –  Prova a riformulare queste frasi con altre parole:

a)          La mamma l’ha sfornata ieri, e insieme al vino le ridarà un po’ di forze

b)         Senti che belle canzoncine stanno cinguettando gli uccellini

c)          Avanzò nella stanza, e si diresse dritto al letto dell’ammalata e se la pappò in un boccone

 

3 – Rispondi alle frasi seguenti con VERO (V) o FALSO (F):

 

a)          Cappuccetto Rosso sta andando al compleanno della nonna                 V          F

b)         La casa della nonna è ad un’ora di distanza da Cappuccetto Rosso        V          F

c)          Il lupo vuole mangiare la bambina                                                             V          F

d)         Cappuccetto Rosso rallenta per raccogliere dei fiori                                V          F

e)          La nonna ha capito la trappola e non fa entrare il lupo affamato           V          F

 

4 – Trova almeno 10 aggettivi presenti nel testo e poi dividili tra aggettivi di QUALITA’ e di     QUANTITA’:

QUALITA’

QUANTITA’

 

5 – Crea un finale alternativo per la storia.

 

– Post di Nicoletta Simi

Are you stranger? Do you live in Italy?
Do you want to learn Italian? It's easy. Click here

Related posts:

Leave a Reply